L’imposta di bollo sulle fatture elettroniche - FISCO

21 Aprile 2021

Recentemente l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito la guida «L'imposta da bollo sulle fatture elettroniche». Ogni tre mesi l’Amministrazione Finanziaria elabora le fatture elettroniche trasmesse al Sistema di Interscambio e verifica il corretto assoggettamento all'imposta di bollo, evidenziando al contribuente l'eventuale emissione di fatture che configurano i presupposti per l'assoggettamento a bollo ma non contengono la relativa indicazione.

Sono inoltre appena stati resi disponibili nell'area riservata del portale "Fatture e Corrispettivi" del sito Internet dell'Agenzia delle Entrate gli Elenchi "A" e "B" contenenti le fatture elettroniche del primo trimestre 2021 per le quali, in sede di compilazione del documento:

  • l'imposta di bollo è stata applicata (Elenco A);
  • l'imposta di bollo non è stata applicata pur risultando dovuta (Elenco B).

Ora, entro la fine di aprile, il contribuente è tenuto a verificare l'Elenco B al fine di confermare ovvero negare quanto presupposto dall'Agenzia.

Decorso tale termine il contenuto degli elenchi si considera confermato ed "accettato" ed in base agli stessi l'Agenzia determina e comunica l'importo dell'imposta di bollo dovuta per il primo trimestre, che dovrà essere versata entro il 31/5/2021 se di importo superiore a € 250,00.