Credito d'imposta affitti - FISCO

01 Dicembre 2020

Di seguito forniamo un breve riepilogo in merito al credito d’imposta sugli affitti oggetto di più provvedimenti emergenziali emanati anche in rapida successione.

Decreto Rilancio: il credito d’imposta spetta per i mesi da marzo a giugno 2020 (per le attività stagionali da aprile a luglio) Per le imprese turistico-ricettive spetta in ogni caso fino al 31 dicembre 2020. Il bonus è pari al 60% del canone di locazione dell’immobile o al 30% se l’immobile fa parte di un contratto di affitto di azienda. Per le strutture turistico-ricettive il credito d’imposta relativo all’affitto di azienda è più elevato ed ammonta al 50% del canone corrisposto.

Decreto Ristori: il credito d’imposta spetta per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020 ai soli soggetti che esercitano le specifiche attività indicate nell’Allegato 1 del D.L. Ristori.

Decreto Ristori bis: il credito d’imposta spetta per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020 ai soli soggetti che esercitano le specifiche attività indicate nell’Allegato 2 del D.L. Ristori bis ed operano in una Regione con un grave o elevato livello di rischio (zona rossa o arancione).

In tutti i casi di cui sopra, è necessario che in ciascuno dei mesi di riferimento il locatario abbia subito una riduzione del fatturato di almeno il 50% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente (regola che non si applica alle attività iniziate dopo il 1° gennaio 2019) e che i predetti canoni siano pagati entro il 31 12 2020.

Ricordiamo che il credito di imposta può essere ceduto, in parziale pagamento dei canoni, al proprietario dell’immobile, previo il suo consenso, attivando una particolare procedura sul sito dell’Agenzia delle Entrate.