Credito d’imposta sui canoni di locazione - FISCO

08 Giugno 2020

Ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione e agli enti non commerciali è riconosciuto un credito d’imposta parametrato ai canoni di locazione degli immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell'attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all'esercizio abituale e professionale dell'attività di lavoro autonomo.

Il credito è commisurato all'importo pagato nel 2020 con riferimento a ciascuno dei mesi di marzo, aprile e maggio.

Condizioni

Il contributo spetta a condizione che:

  • i ricavi/compensi 2019 siano inferiori a 5 milioni di euro (non richiesto per le strutture alberghiere e agrituristiche);
  • i locatari abbiano subito un calo di almeno il 50% del fatturato nel mese di riferimento. (Marzo su marzo ecc.)

Misura del credito d’imposta

Il credito è pari al:

  • 60% dell’ammontare dei canoni di locazione, leasing come sopra individuati;
  • 30% in caso di contratti di affitto d’azienda, comprensivi di almeno un immobile a uso non abitativo.

Utilizzo del credito d’imposta:

Il credito è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta di sostenimento della spesa ovvero in compensazione, ai sensi dell'articolo 17 del D.Lgs. 9 luglio 1997, n. 241, successivamente all'avvenuto pagamento dei canoni.