Emergenza COVID-19 - Sospensione mutui, finanziamenti, leasing, ecc. - AMMINISTRAZIONE

25 Marzo 2020

E' riconosciuta la possibilità, per i titolari di partita IVA, di chiedere la sospensione delle rate dei mutui sulla prima casa dietro presentazione di apposita autocertificazione attestante la perdita, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020, di oltre il 33% del proprio fatturato rispetto all’ultimo trimestre 2019. Non è invece richiesta la presentazione dell’Isee.

 

Per quanto riguarda le rate dei prestiti accordati da banche o altri intermediari finanziari alle PMI, alle microimprese ed ai professionisti, può essere richiesta dagli interessati la sospensione dei pagamenti fino al 30 settembre 2020.

Per la restituzione dei prestiti non rateali con scadenza anteriore al 30 settembre 2020 il pagamento potrà essere rinviato fino a quest’ultima data.

Infine, le linee di credito accordate “sino a revoca” e i finanziamenti accordati a fronte di anticipi su crediti potranno non essere revocati fino al 30 settembre2020.

Per attuare quanto sopra descritto è in ogni caso richiesta la presentazione di un’autocertificazione con la quale l’interessato attesta di aver subito una riduzione parziale o totale dell’attività quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19.