Nuove comunicazioni periodiche IVA - Fisco

07 Febbraio 2017

Con il decreto collegato alla finanziaria 2017 (DL 196/2016) sono stati introdotti nuovi obblighi di trasmissione telematica ai fini IVA.

 

SPESOMETRO “TRIMESTRALE” – Art. 4, comma 1

A decorrere dal 2017 è previsto l’invio trimestrale (anziché annuale) dei dati delle fatture emesse, ricevute, delle bollette doganali e delle note di variazione.

L’invio telematico va effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre (es.: l’invio dei dati del primo trimestre va effettuato entro il 31.5) salvo che per il secondo trimetre la cui scadenza è fissata per il 16.09.

L’invio dei dati del primo semestre 2017 è fissato per il 25 Luglio 2017.

I dati da inviare in forma analitica (vale a dire per ogni fattura) sono:

a) i dati identificativi dei soggetti coinvolti nelle operazioni;

b) la data ed il numero della fattura;

c) la base imponibile;

d) l’aliquota applicata;

e) l’imposta;

f) la tipologia dell’operazione.

Al momento non sono previste esclusioni. Pertanto, a differenza del passato , vanno comunicati anche i dati relativi alle singole fatture che vengono annotate per totale giornaliero nel registro dei corrispettivi (da coloro che lo adottano), nonché tutte le fatture di importo inferiore ad €. 300,00 che, eventualmente, venissero registrate con unico documento riepilogativo.

Allo stato attuale sarebbero soggette a comunicazione anche tutte le fatture già trasmesse al Sistema Tessera Sanitaria (per i soggetti obbligati all’adempimento) escluse fino al 2016.

SANZIONI

In caso di omesso / errato invio dei dati delle fatture è prevista l’applicazione della sanzione di € 2 per fattura, con un massimo di € 1.000 per trimestre. La sanzione è dimezzata nel caso in cui l’invio corretto avvenga entro 15 giorni dalla scadenza.

POSSIBILI MODIFICHE

Secondo quanto anticipato dal viceministro Luigi Casero in occasione di Telefisco 2017, i termini di trasmissione dei dati delle fatture, potrebbero subire modifiche.

 

INVIO TRIMESTRALE LIQUIDAZIONI IVA – Art. 4, comma 2

Dal 2017 è previsto il nuovo obbligo di invio trimestrale dei dati delle liquidazioni periodiche IVA (anche se a zero o a credito). Anche questo invio telematico va effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre.

Sono previsti alcuni esoneri (soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA annuale). Le modalità e i dati da inviare saranno definiti dall’Agenzia delle Entrate con uno specifico provvedimento.

L’Agenzia delle Entrate informerà il contribuente di eventuali incoerenze tra quanto desumibile dai dati relativi allo spesometro e le liquidazioni inviate, nonché dei relativi versamenti.

SANZIONI

In caso di omessa / errata comunicazione è prevista l’applicazione di una sanzione da € 500 ad € 2.000. La sanzione è dimezzata nel caso in cui l’invio corretto avvenga entro 15 giorni dalla scadenza.