Rottamazione delle cartelle esattoriali - Fisco

31 Gennaio 2017

Con il decreto collegato alla finanziaria 2017 (DL 196/2016) è stata introdotta una normativa che prevede la possibilità di procedere al pagamento delle cartelle esattoriali con riduzioni, a volte interessanti, degli importi dovuti.

Viene stabilita la possibilità di definizione agevolata dei ruoli, con l’eliminazione delle sanzioni e degli interessi, affidati agli Agenti della riscossione dal 2000 al 2016.

L’estinzione del debito dovrà avvenire in unica soluzione o in massimo di 5 rate sulle quali verranno applicati interessi nella misura del 4,5% / anno.

È ammessa la definizione anche solo di alcuni dei ruoli aperti, anche se già oggetto di rateazione in corso (a condizione che siano state regolarmente pagate le rate scadenti nel periodo 01.10.2016 – 31.12.2016).

L’Agente della riscossione fornisce al debitore i dati necessari per l’individuazione dei carichi definibili presso i propri sportelli o nell’area riservata del proprio sito Internet.

MODALITÀ DI ADESIONE

Il soggetto interessato deve inoltrare apposita dichiarazione entro il prossimo 31.3.2017 utilizzando il modello DA1. Nella dichiarazione va indicato il numero di rate scelto e la pendenza di giudizi aventi ad oggetto i carichi cui si riferisce la dichiarazione, con l’impegno a rinunciare a tali giudizi.

MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE SOMME DOVUTE

Entro il prossimo 31.5.2017 l’Agente della riscossione comunica al debitore l’importo complessivo delle somme dovute per la definizione, l’ammontare delle singole rate e la relativa data di scadenza.

È previsto che il 70% del dovuto vada versato entro il 2017 (Luglio, Settembre e Novembre) ed il restante 30% entro il 2018 (Aprile e Settembre).

Il mancato / tardivo / insufficiente versamento delle somme dovute non consente il perfezionamento della definizione con conseguente ripresa dei termini di prescrizione / decadenza per il recupero dei carichi oggetto della dichiarazione.