Invio telematico dei corrispettivi - FISCO

11 Aprile 2019

I commercianti al minuto, nonché gli operatori che prestano servizi in locali aperti al pubblico o nell’abitazione del cliente, che al momento sono tenuti a documentare le operazioni effettuate mediante l’emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale, si dovranno attrezzare per la trasmissione telematica dei corrispettivi. 
L’obbligo decorre dal prossimo 01/07/2019 per coloro che nel 2018 hanno realizzato un volume d’affari complessivo superiore a 400.000 euro e dal prossimo 01/01/2020 per gli altri soggetti.
Gli interessati dovranno quindi attivarsi per adeguare il proprio registratore di cassa o per acquistare uno strumento adatto ad adempiere al nuovo obbligo.
È stato previsto un credito di imposta per l’adeguamento tecnologico pari al 50% del costo di acquisto (massimo 250 euro) o delle spese di adattamento con un massimo di 50 euro. Il credito di imposta potrà essere utilizzato dalla prima liquidazione IVA successiva all’annotazione della fattura che dovrà risultare pagata mediante mezzi tracciabili.