''Sospesa'' (dal 2016) l'applicazione del redditometro - Fisco

03 Ottobre 2018

In forza di quanto disposto con il “Decreto Dignità” è, per il momento, sospesa dal 2016 l’applicazione del redditometro ai fini degli accertamenti fiscali.

In sostanza la norma ha abrogato il DM con il quale venivano definiti gli elementi indicativi di capacità contributiva da porre a base per la ricostruzione induttiva del reddito.

Un nuovo Decreto contenente tali elementi dovrà essere emanato prossimamente e, fino ad allora, l’applicazione del redditometro per gli anni dal 2016 e successivi, rimarrà sospesa.

Va evidenziato che, per gli accertamenti relativi alle annualità fino al 2015, opereranno i “vecchi” indicatori di cui al Decreto abrogato.

I “nuovi” indicatori individuati dal prossimo Decreto verranno invece utilizzati per gli anni 2016 e successivi.