Scheda carburante: novita' dal prossimo primo Luglio 2018 - Fisco

18 Aprile 2018

Dal prossimo 1° Luglio 2018 la scheda carburante non avrà più valenza fiscale.
Da tale data la detrazione dell’IVA e la deduzione del costo inerente gli acquisti di carburanti ed di lubrificanti destinati ai veicoli stradali a motore, sono ammesse a condizione che:
   I pagamenti siano effettuati con sistemi tracciati;
-    L’acquisto sia documentato mediante fattura elettronica emessa a cura del gestore del distributore.

I primi chiarimenti sull’argomento arrivano con il provvedimento n. 73203/2018 dell’Agenzia delle Entrate con cui viene previsto che il pagamento degli acquisti di cui sopra, inizialmente previsto soltanto tramite carte di credito / debito / prepagate, potrà essere effettuato con tutti i mezzi esistenti diversi dal denaro contante. Sostanzialmente sarà possibile utilizzare ogni mezzo tracciabile, quindi, anche bonifici, assegni, addebiti diretti ecc.-. Resta esclusa la possibilità di pagare mediante denaro contante.

Inoltre viene precisato che, in alternativa a quanto sopra brevemente illustrato, sarà possibile continuare o iniziare ad operare mediante i contratti di “netting”. Si tratta di contratti che prevedono l’uso di carte magnetiche che vengono rilasciate agli operatori Iva interessati dalle compagnie petrolifere e che consentono il pagamento in un momento diverso (solitamente mensile) rispetto all’acquisto. Chiaramente in tale situazioni esiste il vincolo del rifornimento presso i distributori appartenenti alle compagnie con le quali i contratti vengono stipulati.